Home

Sono prete da quarant'anni! Prete felice! (un'esperienza)

 

Per essere felice e autorevole un prete deve rimanere sempre discepolo della Parola e innamorato di Cristo

images 13Il prete deve essere un uomo eternamente discepolo della Parola, del Vangelo, testimone appassionato di ha intuito acutamente don Oreste Benzi: Per noi sacerdoti il male più sottile è essere i facchini di Dio ma non altrettanto gli innamorati di Dio. Il prete deve essere un innamorato di Gesù Cristo, stupito da un Dio che ci chiama in ogni celebrazione eucaristica a essere suoi compagni di vita e di volo, come ci ha insegnato quel vescovo profeta e poeta che è stato don Tonino Bello: Gli uomini sono angeli con un'ala soltanto: possono volare solo rimanendo abbracciati. A volte oso pensare, Signore, che anche Tu abbia un'ala soltanto. L'altra la tieni nascosta ... forse per farmi capire che Tu non vuoi volare senza di me. Per questo mi hai dato la vita, perché io fossi tuo compagno di volo. Occorre tornare a vivere un rapporto bello con un Dio così. Vivere abbracciati a Dio: questa è la fede! Un prete tessitore di comunione, di legami veri e forti tra le persone.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 21 Marzo 2014 20:52 )

Leggi tutto...

 

"Venite in Chiesa da vivi e non da morti"

 

Nella chiesa di San Rocco, l'appello del parroco ai fedeli: "Venite da vivi"

candela accesaUn messaggio di impatto. "Il cartello l'ho trovato su internet e ho deciso di scaricarlo. Sono un provocatore: voglio conoscere i miei parrocchiani da vivi e non da morti. Non posso sempre celebrare funerali di persone sconosciute e per le quali si dice sempre che erano persone splendide...". Insomma, questo pastore di 41 anni nato a Bitonto da genitori baresi e appartenente ai Missionari del Preziosissimo Sangue, vuole chiamare a raccolta i fedeli del quartiere. "E non perché la parrocchia sia vuota - spiega - Anzi, la gente viene.

Leggi tutto...

 

Il silenzio di Gesù al centro della storia (Bruno Maggioni)

 

Il silenzio di Gesù: una sorprendente rivelazione

cristo francescanoQuando si accenna al silenzio di Gesù, subito il pensiero corre al silenzio della passione. E difatti è qui che il silenzio ha raggiunto il punto più alto della sua forza espressiva. A volte il silenzio dice più della parola. Ma i Vangeli non parlano soltanto del silenzio della passione. C’è anche il silenzio dell’uomo che resta ammutolito di fronte a Gesù, o perché la sua parola lo riempie di meraviglia, o perché la sua verità lo infastidisce.  E c’è il silenzio di Gesù di fronte alle domande pretestuose, o inutili, di chi finge di interrogarlo. E c’è il silenzio che Gesù impone a chi vorrebbe parlare di Lui prima di averne intravisto la novità, che è la Croce. Alla domanda posta da Gesù nella sinagoga di Cafarnao (Mc. 2,1-6), se fosse meglio di sabato, salvare una vita o perderla, i farisei, che lo stavano ad osservare, non risposero: «Ma essi tacevano».

Leggi tutto...

 

Un itinerario di conversione del prete (Mons. Enrico Masseroni)

 

Itinerario di conversione quaresimale nella vita del prete

images 8Saluto tutti voi fratelli in Cristo, che condividete con me questa giornata di riflessione, di meditazione, di preghiera: è una giornata che assume una fisionomia del tutto spirituale; ecco perché propongo la riflessione a modo di lectio divina. Dal libro dell’Apocalisse 2,1-7: “All’angelo della Chiesa di Efeso scrivi: così parla Colui che tiene le sette stelle nella sua destra e cammina in mezzo a sette candelabri d’oro. Conosco le tue opere, la tua fatica e la tua costanza, per cui non puoi sopportare i cattivi; li hai messi alla prova, quelli che si dicono apostoli e non lo sono, e li hai trovati bugiardi. Sei costante e hai molto sopportato per il mio nome, senza stancarti. Ho però da rimproverarti che hai abbandonato il tuo amore di prima. Ricorda dunque da dove sei caduto, ravvediti e compi le opere di prima. Se non ti ravvederai, verrò da te e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto. Tuttavia hai questo di buono, che detesti le opere dei Nicolaìti, che anch’io detesto. Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese: Al vincitore darò da mangiare dell’albero della vita, che sta nel paradiso di Dio.”

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 Succ. > Fine >>
Pagina 134 di 152