Home

LA CONSEGUENZA DELL’INCARNAZIONE

 
Il giorno dell’Epifania abbiamo lasciato Gesù ancora bambino adorato dai Magi che, a partire da quell’incontro, hanno il coraggio di andare per un’altra via…
 
Oggi Gesù adulto al Giordano inizia Lui stesso il cammino per una via altra imprevedibile ed inimmaginabile per ogni uomo religioso…Proprio così, la religione pensa sempre ad un Dio potente e trionfante e invece oggi il Figlio di Dio nella carne dell’uomo, sceglie oggi, come primo atto della sua vita visibile, pubblica, di confondersi con i peccatori, di stare con loro; per l’evangelista Luca tutto avviene nella preghiera di Gesù: è il pregare di Gesù che fa irrompere nel suo cuore la voce piena di gioia del Padre che si compiace proprio perché Lui, il Figlio Amato, è andato a cercare gli altri figli amati e perduti, è entrato nella loro storia, ne ha assunto le fatiche: quella di crescere, di relazionarsi, di amare chi non era amabile, di cercare e comprendere la sua verità, identità e vocazione…

Leggi tutto...

 

Progetto “Trisulti”, un segno negativo per l’Europa cristiana

 
Il rinnovamento che Papa Francesco sta portando avanti con tanto impegno per far germogliare la «Chiesa bella del Concilio» non verrà dal Nord America e dal vecchio Continente
 
Il progetto “Trisulti” è un brutto segno per i cristiani europei e nordamericani e non va banalizzato: il rinnovamento che Papa Francesco sta portando avanti con tanto impegno per far germogliare la «Chiesa bella del Concilio», non verrà dall’Europa e dal Nord America. Una Chiesa del servizio e della comunione, della libertà e dell’amore, come l’ha voluta Gesù Cristo, non sembra poter emergere, almeno a breve termine, da questi gruppi umani che si rinchiudono nel loro egoismo. In fondo ciò che il progetto “Trisulti” propone e che trova consenso in Nordamerica ed in Europa è la divisione degli uomini in “privilegiati, predestinati, perfetti, fedeli, salvati”, e in “rifiutati, scartati, imperfetti, infedeli, dannati”: la visione della salvezza e della grazia come “potere” e “superiorità” rispetto agli altri che sono “inferiori” e “sottomessi”. 

Leggi tutto...

 

EPIFANIA: Festa delle genti - Tempio della Pace

 
Per tutti gli uomini e le donne c’è una stella che spunta e indica una strada: è un orizzonte, un sogno. Sono gli stimoli interiori che danno coraggio e forza per mettersi in cammino.
 
La stella è il desiderio di bene, di pace, di giustizia, è il mio desiderio di incontro con Dio. Ma, ancora più semplicemente la stella è il mio bisogno di affetto, di sicurezza, di calore; è il mio desiderio di avere un futuro e di offrire un futuro alle persone a cui voglio bene e di cui mi sento responsabile e custode. La stella mi precede, è davanti a me, è sempre davanti. Forse potremmo parlare di vocazione: la stella è la mia vocazione, è la voce che mi chiama continuamente e che viene da Dio. Per ognuno c’è una stella che rimanda a Dio stesso.

 

Leggi tutto...

 

Per una Chiesa che evangelizza

 
A colloquio con il prefetto del dicastero missionario Card. Fernando Filoni·
 
Tra gli avvenimenti ecclesiali più significativi dell’anno appena iniziato, ci saranno a ottobre il sinodo sull’Amazzonia e il mese missionario straordinario voluti da Francesco. Soprattutto nella seconda iniziativa avrà un ruolo centrale la Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli. Ne abbiamo parlato con il cardinale prefetto Fernando Filoni, che intervistato dall’«Osservatore Romano», traccia anche un bilancio delle attività svolte dal dicastero — da cui dipendono più di mille circoscrizioni ecclesiastiche — nell’anno passato.

 

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 8 di 145