Home

Cagliari 26-29 ottobre. Lavoro, le proposte dei cattolici alla Settimana sociale

 
 
 
Una guida per orientarsi alla 48esima Settimana sociale dei cattolici italiani che si apre il 26 ottobre a Cagliari. Il tema è il “Lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale".  
 
Si aprirà giovedì 26 ottobre alla Fiera di Cagliari la 48esima Settimana sociale dei cattolici italiani. Il tema scelto è quello del “Lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale”. Si tratta di quattro aggettivi che papa Francesco ha utilizzato nella Evangelii Gaudium (192) per descrivere le condizioni attraverso le quali il lavoro può diventare l’attività nella quale “l’essere umano esprime e accresce la dignità della propria vita”. Presentando l’iniziativa, l’arcivescovo di Taranto e presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, Filippo Santoro, ha sottolineato come dal “cantiere aperto” della Settimana sociale emergeranno proposte concrete in quattro ambiti: “formazione e scuola-lavoro, digitale e nuovo lavoro, modelli di vita e tempi di lavoro, politiche del lavoro e Ue”.
 

Leggi tutto...

 

Discussioni sulle scelte morali di Papa Francesco (Carlo Molari)

 
Le dispute sulle scelte morali hanno accompagnato fin dall’inizio il cammino dei discepoli di Gesù e hanno preceduto anche i contrasti dottrinali.
 
Proprio in questi giorni papa Francesco ha ricordato che conservare il deposito delle verità rivelate non è come mantenere in naftalina un tessuto perché  non si corrompa, ma significa curararlo perché si sviluppi secondo il cammino della cultura umana. Lungo la storia delle comunità cristiane non vi è stato secolo che non abbia registrato divergenze sulle pratiche e sulle scelte morali. Gli ambiti e gli argomenti sono stati molto vari. Dalle pratiche di riconciliazione alle condizioni per l’accesso al Battesimo o all’Eucaristia. Erano passati circa dieci anni dalla morte di Gesù, secondo il racconto di Luca, “La chiesa era … in pace per tutta la Giudea, la Galilea e la Samaria e camminava nel timore del Signore e, con il conforto dello Spirito Santo, cresceva in numero” (At. 9,31).

Leggi tutto...

 

Il linguaggio della verità

 
Consigli per discernere i discorsi ingannevoli ·
 
Come discernere se un discorso viene dallo «spirito buono» e ci avvicina a Gesù, o se invece è animato dallo «spirito cattivo», anche quando chi lo pronuncia afferma di voler «dire la verità»? È l’interrogativo a cui, partendo dall’esperienza spirituale di san Pietro Favre, intende rispondere un articolo scritto per il prossimo numero della Civiltà Cattolica di cui anticipiamo ampi stralci. Ogni tanto capita di leggere articoli che attaccano la Chiesa e il Papa. Sì, la Chiesa e il Papa, perché si tratta di un attacco a entrambi, sebbene qualcuno affermi di attaccare il Papa per difendere la dottrina della Chiesa; come pure altri dicono di difendere il Papa mentre se la prendono con la Chiesa.
 

Leggi tutto...

 

Testamento ai romani (Paolo VI)

 
Il 16 ottobre 1977 Paolo VI celebrava l’ 80° compleanno
 
Il testo occupa poco meno di tre pagine manoscritte, dai caratteri chiari e con pochissime correzioni; i capoversi sono elegantemente rientranti e, dalla metà della seconda pagina, la scrittura tende a inclinarsi leggermente verso destra. La grafia è quella, inconfondibile, di Paolo VI nell’autografo del discorso preparato per la messa del 16 ottobre 1977, rintracciato dalla cura di monsignor Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia.Quella celebrazione era stata proposta dalla diocesi di Roma e dal Sinodo dei vescovi per la ricorrenza dell’ottantesimo compleanno del Papa. «Si è voluto fare festa, una festa d’origine personale e domestica, diventata comunitaria e universale» dirà Paolo VI durante la preghiera domenicale dell’Angelus nello stesso giorno.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 17 Ottobre 2017 11:46 )

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 6 di 116

 

Uno solo è il vostro Maestro
e voi siete tutti fratelli.
(Mt 23,8)

Io sono la via, la verità e la vita.
(Gv 14,6)

Non sono più io che vivo
ma Cristo vive in me.
(Gal. 2,20)

 

gesumaestro