Home

Chiamati da ciò che ancora non è

 
«Solo chi conosce Dio, conosce l’uomo». Nel divenire è la libertà, nella libertà si decide il destino: Guardini osava parlare del destino di Dio negli uomini.
 
Anticipiamo uno stralcio della relazione che Gerl-Falkovitz tiene al Meeting di Rimini nel pomeriggio del 19 agosto in occasione della presentazione della mostra Romano Guardini 1885-1968. «Vorrei aiutare gli altri a vedere con occhi nuovi». Sarà proprio la studiosa tedesca, professore emerito di Filosofia delle religioni e Scienze religiose comparate all’università di Dresda, a ricevere il prossimo Premio internazionale Medaglia d’oro al merito della cultura cattolica. Lo annuncerà nel corso dell’incontro Francesca Meneghetti, presidente dalla Scuola di cultura cattolica di Bassano del Grappa. L’incontro sarà introdotto da Monica Scholz-Zappa, che insegna Scienze linguistiche e culturali all’università Albert-Ludwig di Friburgo in Brisgovia (e ha curato la traduzione in italiano)

Leggi tutto...

 

Maria, madre della misericordia (Franco Ciravegna)

 
Maria manifesta la sua attenzione misericordiosa non solo per qualcosa che può mancare all'uomo, ma per una umanità che non ha più la gioia del Vangelo
 
Quando ci rivolgiamo a Maria, non possiamo non cogliere infatti quei tratti misericordiosi che hanno segnato il suo cammino e interpellano il nostro. «Salve, regina, madre di misericordia!». Così la Chiesa, da secoli, si affida a Maria perché «rivolga a noi quegli occhi suoi misericordiosi» attraverso la preghiera composta da un monaco tedesco, nato nel 1013, colpito da una grave malattia che gli impedì di muoversi, ma non di essere un uomo profondamente spirituale, di raffinata cultura: il beato Ermanno di Reichenau. Nella sua vita provata guardò alla Madonna «vita, dolcezza e speranza nostra».

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 16 Agosto 2018 11:01 )

Leggi tutto...

 

Celebriamo colei che ha partorito il benefattore

 
La festa della dormizione della Madre di Dio nella tradizione bizantina
 
Tutte le liturgie delle Chiese cristiane hanno un senso catechetico molto evidente. E questo è sottolineato con chiarezza nelle liturgie dell’oriente cristiano: la liturgia è un insegnamento per i fedeli, impregnata com’è di elementi che istruiscono nelle verità della fede. In modo particolare questa catechesi attraverso la liturgia si ritrova nelle celebrazioni della Madre di Dio, di colei che accolse nel suo grembo il Verbo eterno di Dio. È infatti la presenza della Madre di Dio a scandire i diversi momenti dell’anno liturgico delle Chiese di tradizione bizantina: la prima grande festa nel ciclo liturgico è quella dell’8 settembre, quando si celebra la sua nascita, e si chiude con la festa del 15 agosto, la Dormizione della Madre di Dio.
 

Leggi tutto...

 

DIALOGO DEL SANTO PADRE FRANCESCO CON I GIOVANI AL CIRCO MASSIMO

 
L’incontro si apre con un saluto da parte di Elena di Modena a nome dei giovani italiani. Al termine del saluto, verrà portato al Papa il dono che i giovani italiani gli faranno come segno di riconoscenza per questo incontro.
 
Prima domandaSarà fatta da due giovani: Letizia, 23 anni e Lucamatteo, 21. Essi esprimono due aspetti della stessa ricerca: quella che riguarda la costruzione della propria identità personale e dei propri sogni. LETIZIA: Caro Papa Francesco, sono Letizia, ho 23 anni e studio all’università. Vorrei dirle una parola a proposito dei nostri sogni e di come vediamo il futuro. Quando ho dovuto compiere l’importante scelta di cosa fare alla fine della V superiore, ho avuto paura a confidare quello che realmente sognavo di voler diventare, perché avrebbe significato scoprirsi completamente agli occhi degli altri e di me stessa.

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 6 di 134

 

Uno solo è il vostro Maestro
e voi siete tutti fratelli.
(Mt 23,8)

Io sono la via, la verità e la vita.
(Gv 14,6)

Non sono più io che vivo
ma Cristo vive in me.
(Gal. 2,20)

 

gesumaestro