Home

Gmg Panama, il Papa ai giovani: «Siete veri maestri e artigiani della cultura dell’incontro»

 
Nella Conta Costera, la cerimonia di apertura. Nel discorso alle autorità, il “no” alla corruzione. «Rubateli alla strada»: l’invito ai vescovi per i giovani. «Molti dei migranti hanno un volto giovane». L’esortazione: «Sentire con la Chiesa». Come Oscar Arnulfo Romero
 
«Vogliamo ritrovare e risvegliare insieme a voi la continua novità e giovinezza della Chiesa aprendoci a una nuova Pentecoste». Nel discorso per la cerimonia di accoglienza e apertura, il Papa traccia così il “filo rosso” che lega il Sinodo dedicato ai giovani e la Gmg di Panama, e spiega il senso di quella che già nel videomessaggio per l’evento che vede oggi riuniti nella piccola Repubblica centroamericana 250mila giovani da circa 150 Paesi del mondo, radunati nel Campo Santa Maria Antigua della Cinta Costera, aveva chiamato la «rivoluzione del servizio». Francesco definisce i giovani «veri maestri e artigiani» della cultura dell’incontro,
 

Leggi tutto...

 

Gmg. Bassetti: «Cari giovani l'Italia attende il vostro slancio»

 
A colloquio con il cardinale presidente della Cei, alla vigilia della partenza per Panama: i nostri ragazzi ci insegnano a essere «ponti». Non alzano muri: li abbattono. Impariamo da loro
 
A Panama ci sarà anche lui. Accanto al Papa e al fianco dei giovani italiani. «Non sarà facile per me a 76 anni», confida l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti. Ma non ha voluto mancare. Panama 2018 ha infatti una molteplicità di valenze pastorali e sociali che meritano di essere viste da vicino. La continuità con il Sinodo, l’abbraccio al mondo da una terra ponte per vocazione, il superamento della mentalità del successo a tutti i costi e l’adozione di uno stile di servizio, il ruolo dei nostri ragazzi a servizio del Paese. Il porporato sottolinea: «I giovani abbattono i muri. Impariamo da loro».

Leggi tutto...

 

Nodi sul cammino · Il dialogo teologico fra le Chiese cattolica e ortodossa

 
Nella seconda metà dell’anno 2018, si è presentata una sfida per il dialogo teologico a causa dell’acuirsi delle tensioni fra il patriarcato ecumenico e il patriarcato di Mosca, per la questione dell’ortodossia in Ucraina
 
Il dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa, portato avanti dalla Commissione mista internazionale, fin dalla sua istituzione è stato concepito non tanto come un forum puramente accademico ma come riflessione condivisa di pastori e teologi delle due Chiese su alcuni temi teologici essenziali nella prospettiva del futuro ristabilimento della piena comunione fra cattolici e ortodossi. A motivo della natura prettamente ecclesiale della commissione, è ben comprensibile che il cammino del dialogo sia condizionato dagli eventi vissuti da ciascuna Chiesa. In tal senso, il dialogo teologico è stato incoraggiato e sostenuto dai tanti e significativi incontri fra cattolici e ortodossi che hanno avuto luogo nel 2018.
 

Ultimo aggiornamento ( Sabato 19 Gennaio 2019 10:31 )

Leggi tutto...

 

Risposte libere e forti di oggi (di Luigino Bruni)

 
Lo spazio della profezia: per tutti e «contro-tempo»
 
L’«Appello ai Liberi e Forti» di Luigi Sturzo fu un atto autenticamente profetico, e quindi ancora capace di ispirare la lettura del nostro tempo e l’azione. Ma quando si attinge acqua dal pozzo profondo della storia, occorre tornare alle domande non alle risposte. Le domande, soprattutto se sono grandi come quelle di don Sturzo, incorporano elementi che non invecchiano e continuano a generare vita, mentre le risposte per essere concrete e utili devono essere necessariamente incarnate nel contesto storico e quindi contingenti e relative. Chi vuole essere fedele alle domande deve cambiare le risposte, mentre chi si affeziona alle risposte storiche finisce inevitabilmente per tradire le domande originarie e vive.

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 141